28° Rapporto Sulla Pagina Web Della Santa Chiesa Palmariana

Benvenuto di nuovo nella pagina web della Santa Chiesa Palmariana. Affinché questa pagina sia di grande utilità per l’anima, studia attentamente le pubblicazioni palmariane in modo da trovare pace e saggezza. Lo Spirito Santo, il Dio di amore, sta spingendo le anime a leggere quello che pubblichiamo perché imparino la Verità, la Verità infallibile del fatto che la Chiesa Palmariana è la Vera Chiesa di Cristo. Il segno più grande che si può avere del fatto che questa pagina web è di Dio è la pace interiore che uno sente leggendo le sue pubblicazioni.

  Al momento ci sono tanti bei video della Chiesa Palmariana pubblicati su YouTube. Si possono lasciare dei commenti. Ringraziamo moltissimo coloro che hanno l’abitudine di scrivere dei bei commenti sui nostri video. Che Dio ne renda merito a tutti loro. Accettiamo ogni commento positivo; tuttavia, coloro che vogliono insultare, non perdano il loro tempo: non sarà pubblicato niente di ciò che offende Gesù, nostro Padre e Redentore. Offendere la Vera Chiesa significa offendere Gesù.

Ecco la lista dei trenta paesi con il maggior numero di visite alla nostra pagina web:

1.Argentina11.Repubblica Domenicana21.Polonia
2.Brasile12.Germania22.Francia
3.Messico13.Repubblica Democratica del Congo23.Costa d’Avorio
4.Spagna14.Ecuador24.Italia
5.India15.Nicaragua25.Regno Unito
6.Filippine16.Cile26.Guatemala
7.Colombia17.Ucraina27.Honduras
8.Perù18.Venezuela28.Russia
9.Stati Uniti19.Camerun29.El Salvador
10.Nigeria20.Kenya30.Paraguay

  In questi momenti di apostasia generale, sembrerebbe non esserci niente di efficace per riuscire nella restaurazione della vera Fede. La Chiesa di Cristo si vede ridotta a un piccolo numero di fedeli. Impossibile pensare che la Chiesa possa riprendersi e tornare ad avere una grande quantità di fedeli. Tuttavia, questo non è nelle mani della Chiesa, bensì nelle mani del Creatore, nelle mani dell’Onnipotente. Verrà il giorno in cui la Madre di Dio insegnerà al mondo dove si trova la Chiesa della salvezza. A che cosa possa mai servire frequentare chiese dove offendono il Creatore anziché glorificarlo, dove entra gente vestita in modo scandaloso. Nelle Cappelle Palmariane non si permette l’ingresso a questo genere di persone. I Palmariani devono vestirsi cristianamente, degnamente per presentarsi davanti a Dio. È chiaro: Dio è veramente presente nelle Cappelle Palmariane nel Tabernacolo.

  Andiamo avanti con la croce sulle spalle, tuttavia la croce che porta la Chiesa è una croce leggera che non pesa, in quanto la parte più pesante la porta la Santissima Vergine Maria. Ella sostiene la nostra croce con le sue forti braccia, e i suoi figli, che sono tutti i membri della Chiesa, reggono la parte che pesa di meno. I membri della Santa Chiesa Palmariana hanno la fortuna di essere portatori di croci leggere, croci che rallegrano l’anima. Nella Vera Chiesa, la croce, cioè la sofferenza, perde la sua durezza, diventa morbida grazie alla benedizione di Dio. Dio benedice continuamente la sua Chiesa per mezzo dei Sacerdoti. Ogni volta che il Sacerdote benedice nella Santa Messa, sta benedicendo tutti i membri del Corpo Mistico di Cristo. Ogni fedele trae beneficio da ogni benedizione e, trovandosi in Stato di Grazia, i fedeli palmariani crescono in gradi insospettabili di grazia e santità. Coloro che hanno la fortuna di leggere questo rapporto prendano davvero sul serio il fatto che trovarsi fuori della Vera Chiesa di Cristo è un orrore. Niente di meno, poiché non possono avere il Cielo dentro alle loro anime. Per riuscire in questo, è necessario trovarsi in Stato di Grazia e può trovarsi in Stato di Grazia solo colui che ha ricevuto il Sacramento del Battesimo amministrato da un Sacerdote della Chiesa Palmariana.

  I giorni passano. Ogni giorno si legge dei morti di coronavirus o di qualcuno che è morto in un incidente o in maniera improvvisa. Non sai se domani i tuoi vicini staranno parlando della tua morte improvvisa. Oggi è il giorno per convertirsi. Coloro che sanno che la Chiesa Cattolica Palmariana è la Vera Chiesa, non devono perdere altro tempo e muoversi il più rapidamente possibile per essere un figlio fedele della Chiesa di Cristo. E alcuni diranno: Che vantaggio ne trarrei, quando è molto più comodo rimanere come sono ora? Uno può avere maggior comodità al di fuori della Chiesa, ma solo quando si tratta della comodità naturale. Nella Chiesa si può raggiungere la comodità soprannaturale. Ciò significa che, restando noi con Dio e la Vergine Santissima, la Divina Provvidenza si prende cura di noi in modo speciale in tutto. Nulla ti turbi, nulla ti spaventi, a colui che ha Dio, non manca nulla.

  La Chiesa ha la missione importantissima di insegnare a tutti coloro che sono disposti a seguire la strada per amare Gesù. Gesù è Dio fatto uomo. Venne sulla terra per fare un’opera grandissima, di un’importanza incalcolabile. Venne per cambiare la nostra strada. Non esisteva nessun modo di salire al Cielo prima della sua venuta sulla terra. Esisteva la sala d’attesa che era il Limbo dei Giusti. Tuttavia, era una sala d’attesa, un luogo che non aveva una via d’uscita per poter partecipare alla felicità del Cielo. Tra il Limbo dei Giusti e il Cielo esisteva un muro, un muro insormontabile. C’era molta gente lì, compreso il Santissimo Giuseppe. Abramo e altri grandi santi e personaggi dell’Antico Testamento si trovavano in questa sala d’attesa, aspettando il giorno in cui sarebbe venuto il Messia promesso per abbattere il muro, e aprire loro una via d’uscita da questa sala d’attesa e una via d’entrata in Cielo.

  Per eliminare il Limbo dei Giusti, questa sala d’attesa che conteneva una quantità inimmaginabile di anime, era necessaria una riparazione infinita. Ma chi avrebbe potuto compiere questa riparazione infinita? Il Padre Celeste decretò che il liberatore di tutte queste anime doveva essere Cristo, il Figlio di Dio. Per il Padre Celeste non era adatta una vittima qualsiasi, e non andava bene nemmeno il sacrificio di una moltitudine di anime vittime. No. La vittima doveva essere il Suo Proprio Figlio. Il peccato di Adamo ed Eva era gravissimo. L’intelletto umano non riesce a calcolare la gravità del peccato originale. Questo peccato, che era così abominevole davanti a Dio, sconvolse l’intera creazione. Ora per riparare questo peccato era necessaria una persona pura, una persona santissima la cui santità avrebbe riparato tale peccato. Spettava a Cristo compiere tale riparazione. La riparazione necessaria era di tale importanza da spaventare un essere umano. Dio si fece uomo e riparò il peccato di Adamo ed Eva. Chi può comprendere l’amore che Dio ha per le sue creature? In segno di gratitudine nei Suoi confronti, dovremmo dedicarci a una vita di preghiera e sacrificio, e in questo modo collaborare con Gesù e Maria alla salvezza eterna delle anime.