Una Chiesa Unica, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmarianna

Chi siamo?

A questa domanda è facile rispondere. Siamo seguaci della Beata Vergine Maria. Ci doniamo a lei con tutto il nostro essere. È comune tra i Palmariani amare intensamente la Beata Vergine Maria. Questo è un punto in cui non è consentita alcuna discussione. Chi non vuole amare e servire la Madre di Dio non sarà interessato ad essere un membro della Chiesa Palmariana. Il nostro amore è interno ed esterno alla nostra Madre Celeste. Il nostro amore interiore si manifesta con la grande fiducia che noi Palmariani abbiamo e nella nostra profonda gratitudine per i numerosi miracoli, grandi e piccoli, che compie continuamente per i suoi fedeli figli all’interno della Chiesa Palmariana. Il nostro amore esterno si riflette principalmente nelle splendide immagini, di devozione molto profonda, riccamente adornate, stampe e scritte che ispirano una profonda devozione mariana, splendidi ricami che vengono fatti all’infinito nella Chiesa palmariana. Sono tra gli inni palmariani, molti dei quali rivolti alla nostra Excelsa e sempre alla Vergine Maria, Madre di Dio e Nostra Madre; inni dotati di piena bellezza che elevano la nostra anima allo stesso livello dei Serafini nei Cori Celesti, cantando glorie e lodi a Dio Uno e Trino in ringraziamento per essere figli di una Madre tenera e dolce come Maria.

La missione della Beata Vergine Maria è di portarci dal Suo Divin Figlio, Gesù Cristo, e di amare l’intera Santissima Trinità. È la via per il Paradiso e nella Chiesa Palmariana prende molto sul serio ciò che ha predicato nelle sue Apparizioni in diverse parti del mondo, evidenziando tra tutti la necessità di pregare e penitenza e che questo si adempia nella Chiesa Palmariana.

Fino al 6 agosto 1978, la Beata Vergine Maria guidò i suoi numerosi fedeli nella Chiesa Cattolica Apostolica Romana, come aveva fatto per quasi 20 secoli. A causa dell’apostasia della Chiesa di Roma, Nostro Signore Gesù Cristo si staccò da Roma dopo la morte di Papa San Paolo VI e subito dopo, Nostro Signore trasferì direttamente le Chiavi di San Pietro nella persona di Papa San Gregorio XVII, Magnífico. In questo modo, la Vera Chiesa si trasferì nel deserto di El Palmar de Troya, preservando le tradizioni e i riti che la Chiesa Cattolica era responsabile dell’insegnamento per secoli.

Nel corso di dieci anni, la Corte Celeste si è manifestata copiosamente nel Sacro Lentisco del Palmar, rafforzando, consigliando e preparando spiritualmente i loro figli preferiti, al fine di trasferire la Santa Sede del Vaticano in tempo a El Palmar de Troya, in particolare al sito sacro del Lentisco. Per nove anni, Cristo ha preparato alcune persone per essere la continuazione dell’Opera che Nostro Signore aveva istituito quasi venti secoli fa. Due di queste persone sarebbero state in seguito Papa Gregorio XVII e Papa Pietro II.

Per la bellezza e la misericordia del suo culto divino e per la santità di molti dei suoi membri, la Chiesa, Uno, Santo, Cattolico, Apostolico e Palmariano merita di essere studiata e osservata con il santo timore di Dio. A coloro che hanno bestemmiato e diffuso così tante menzogne e calunnie contro questa opera di Dio e contro le persone che ne fanno parte, diciamo che nessuno si prende gioco di Dio. Lascia che i bugiardi e le calunnie tremino! Soprattutto, coloro che hanno pubblicato le loro infamie sui mass media; gli autori di libri che guadagnano fama e denaro per aver scritto libri e documenti falsi, senza fondamento. Non ci sono scuse per lasciarsi trasportare da persone apparentemente pie, quando in fondo vengono spinti da Satana stesso a combattere coraggiosamente contro la Vera Chiesa di Cristo. Questi nemici di Cristo hanno perso la battaglia in anticipo, perché Cristo manterrà intatta la Sua Chiesa e non permetterà alle porte dell’inferno di prevalere contro di Lei.

Notas della vera chiesa

1. La Chiesa di Cristo è Una, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmariana:

  • È Una nella fede, perché la verità rivelata da Dio è la stessa per tutti; è Una nel governo, perché c’è un solo Capo visibile, che è il Papa; ed è Una nel Sacramenti, perché sono gli stessi per tutti i fedeli della Chiesa.
  • È Santa, perché santo è il suo fondatore, santa è la sua dottrina, i santi sono i suoi fini e molti dei suoi membri.
  • È Cattolica, perché è universale, poiché comprende tutte le verità ed è per tutti popoli.
  • È Apostolica, perché la sua gerarchia e dottrina provengono dagli apostoli.
  • È Palmariana, perché ora ha sede a El Palmar de Troya-Siviglia, in Spagna.

2. La Vera Chiesa di Cristo è immutabile, invincibile e indistruttibile, per lo stesso La promessa del suo Divino Fondatore «Le porte dell’Inferno non prevarranno contro di Lei».

3. La Vera Chiesa di Cristo è anche chiamata Chiesa Cristiana Palmariana del Carmelitani del Santo Volto, o “Chiesa Cristiana Palmariana”, o “Chiesa Palmariana”; di conseguenza, in sostanza, è esattamente lo stesso che dire Una, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmariana.

4. La Chiesa Palmariana è l’unica e autentica Chiesa Cristiana, nome che deriva da Cristo, il suo divino fondatore.

5. Il 6 agosto 1978, dopo la morte di Papa San Paolo VI, Nostro Signore Gesù Cristo, accompagnato dagli Apostoli San Pietro e San Paolo, scelse e incoronò il nuovo Papa, Santo Gregorio XVII Magnífico. Da questo momento, la chiesa romana cessò di essere quella vera Chiesa.

6. Per apostasia della chiesa romana, Cristo trasferì il quartier generale della sua Chiesa da Roma a lui Palmar de Troya il 9 agosto 1978. Con l’elezione di Papa San Gregorio XVII Magnífico, e il trasferimento del quartier generale a El Palmar de Troya, la Vera Chiesa di Cristo ha ricevuto il titolo di Palmariana.

7. Lo Spirito Santo è l’anima di un’unica Vera Chiesa; che è l’Una, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmariana; al di fuori di esso l’abitabilità del Divino Paraclito non è possibile nelle anime.

8. I membri della Chiesa Palmariana costituiscono l’Ordine dei Carmelitani del Santo Volto nella Compagnia di Gesù e Maria, che si compone di tre rami: religiosi, le suore e terziari.

9. Il 30 luglio 1982, Papa San Gregorio XVII ritirò tutti i poteri ai vescovi, presbiteri e diaconi che sono al di fuori della vera Chiesa, Una, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmariana. Ritirò anche il carattere sacro di tutte le reliquie, immagini, oggetti di culto, altari, ecc. delle chiese apostate, eretiche e scismatiche. anche la Presenza Eucaristica di Cristo e Maria è scomparsa in tutti i tabernacoli del mondo no appartenente alla Chiesa Palmariana.

10. Vescovi, presbiteri e diaconi che sono al di fuori della Chiesa Una, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmariana, non hanno il potere di esercitare validamente alcun atto del ministero sacerdotale.