Il gruppo di espulsi dal nostro Ordine dei Carmelitani

Nel 2000 un gruppo di frati e suore furono espulsi dall’Ordine dei Carmelitani del Santo Volto. Da allora, alcuni di loro non lo hanno fatto cessò di diffamare e insultare, in mille modi diversi dalla Santa Chiesa di Cristo e Maria: la Chiesa Unica, Santa, Cattolica, Apostolica e Palmariana. Forse tu stesso hai avuto conoscenza della Chiesa Cristiana Palmariana Attraverso le tue parole e visita questa pagina con naturale curiosità e interesse, in parte per vedere quale risposta diamo alla moltitudine di accuse di cui Facciamo cadere.

 “Un gruppo di religiosi e religiose viene espulso dall’Ordine e iniziano a farlo parla male di El Palmar ”

Questa singola frase non lascia molto tutto più chiaro? È necessario confutare ciò che dicono? Non è sorprendente un gruppo di persone che per anni e fino al momento della loro l’espulsione non sembrava scioccata da ciò che ora viene mostrato oltraggiato? Perché solo ora si buttano a vomitare insulti quando si vedono espulso da un Ordine dal quale non volevano partire volontariamente? Se questo L’ordine religioso era cattivo e perverso come i membri di questo gruppo dicono allora perché sono rimaste così tanti anni dentro di lei quando avrebbero potuto andarsene in qualsiasi momento? Non era certamente per lui soldi, perché avevano un voto di povertà e nulla ha vinto per se stessi. Appena fatto essere rimasti 10 o 15 anni nell’Ordine ci induce naturalmente a pensare che credevano fosse la vera Chiesa e di cui volevano far parte esso.

 D’altra parte, si dovrebbe tenere presente che coloro che appartenevano a questo gruppo di espulsi dall’Ordine dei Carmelitani del Santo Volto avrebbero dovuto esaminare più a fondo e accusati sinceramente i loro peccati gravi, invece di sottolineare gli altri difetti di gravità molto più bassa, come fecero i Santiti che al tempo di Cristo gli abiti furono strappati ipocritamente sottolineando presunti difetti altrui nascondendo il loro molto serio. Non dimentichiamo, per esempio, quello alcuni di loro (che si definivano “i casti”) vivono attualmente in modo sacrilego in concubinato, e persino alcuni con ex suore dello stesso grupo.